Home -✿- Premi ricevuti -✿- Scambio link -✿- Libri scaricabili -✿- Feed -✿- Bellezza -✿- Ricette -✿- Indice

Benvenuti!

Acqua di Colonia

A Natale ho ricevuto in regalo un'acqua di Colonia fatta in casa e naturalmente ho chiesto la ricetta e ho deciso di scriverla qui per gli amanti di questo profumo.

Per i curiosi, riporto una breve storia (tratta da Wikipedia) di quest'acqua tanto preziosa nell'antichità.

L'Acqua di Colonia fu ideata dal profumiere italiano Giovanni Maria Farina (1685-1766) col nome di Eau de Cologne. Si trattava di un profumo nuovo per la sua freschezza, in contrapposizione alle pesanti essenze usate all'epoca. Durante il XVIII secolo, Farina fece di Colonia la città del profumo, rendendola famosa a livello mondiale. 
In origine il nome del profumo era in lingua francese, Eau de Cologne. Perché dunque un italiano emigrato in Germania scelse proprio il francese per indicare la sua creazione? Ebbene nel periodo rococò il francese era lingua ufficiale nelle corti di tutta Europa. Inoltre il profumo era considerato un bene di lusso, destinato perciò solo alle classi sociali più abbienti ed acculturate, le quali ovviamente conversavano in francese, anche se non era la loro lingua madre.

E' composta da circa 25-30 essenze diverse. Tra queste si trovano quella di limone, arancia, bergamotto, mandarino, limetta, cedro e pompelmo. Inoltre può contenere olio di lavanda, neroli, rosmarino, timo, petitgrain, olio di gelsomino ed issopo.

Ricetta
In 1 litro d'alcol a 90° aggiungere 4 grammi di ognuno dei seguenti oli essenziali:
  • neroli
  • rosmarino
  • cedro
  • bergamotto.

Dopo 24-30 ore filtrare e conservare in un recipiente a chiusura ermetica per la facile evaporabilità dell'alcole.



Articoli correlati per categorie



Stampa il post

3 petali:

Puccina ha detto...

Che regalo originale ti hanno fatto!
Un bacione e buon anno!

PS: ma cos'è il "neroli"?

caty ha detto...

E' vero!
L'olio essenziale di neroli è quello che si ricava dai fiori di arancio amaro.
Se sei curiosa di sentirne l'odore , vai a provare il tester del nuovo profumo Neroli dell'Erbolario. A me piace tanto!

Puccina ha detto...

assomiglia ai fiori d'arancio classici?

Posta un commento

Se ti va di parlare di questo post o di aggiungere qualcosa, cosa aspetti?

Per stampare questa pagina clicca sull'immagine della stampante qui sopra e se hai Pdf Creator puoi anche salvarla in formato .pdf.
Post correlati
In questo blog ci sono post e commenti

Post recenti

Se ti è piaciuto questo blog, iscriviti al feed per essere sempre aggiornato sui nuovi post.

Foto dei post: se ti interessa un post, inserisci il titolo nella barra di ricerca.

Premi ricevuti grazie a Puccina, Anna e Lella

Post recenti





Banner



Se ti va di inserire il banner che vedi qui sopra sul tuo blog, ti basta inserire il seguente codice html. Non dimenticare di comunicarmelo in un commento, così io potrò ricambiare ;)