Home -✿- Premi ricevuti -✿- Scambio link -✿- Libri scaricabili -✿- Feed -✿- Bellezza -✿- Ricette -✿- Indice

Benvenuti!

Acqua di Colonia

A Natale ho ricevuto in regalo un'acqua di Colonia fatta in casa e naturalmente ho chiesto la ricetta e ho deciso di scriverla qui per gli amanti di questo profumo.

Per i curiosi, riporto una breve storia (tratta da Wikipedia) di quest'acqua tanto preziosa nell'antichità.

L'Acqua di Colonia fu ideata dal profumiere italiano Giovanni Maria Farina (1685-1766) col nome di Eau de Cologne. Si trattava di un profumo nuovo per la sua freschezza, in contrapposizione alle pesanti essenze usate all'epoca. Durante il XVIII secolo, Farina fece di Colonia la città del profumo, rendendola famosa a livello mondiale. 
In origine il nome del profumo era in lingua francese, Eau de Cologne. Perché dunque un italiano emigrato in Germania scelse proprio il francese per indicare la sua creazione? Ebbene nel periodo rococò il francese era lingua ufficiale nelle corti di tutta Europa. Inoltre il profumo era considerato un bene di lusso, destinato perciò solo alle classi sociali più abbienti ed acculturate, le quali ovviamente conversavano in francese, anche se non era la loro lingua madre.

E' composta da circa 25-30 essenze diverse. Tra queste si trovano quella di limone, arancia, bergamotto, mandarino, limetta, cedro e pompelmo. Inoltre può contenere olio di lavanda, neroli, rosmarino, timo, petitgrain, olio di gelsomino ed issopo.

Ricetta
In 1 litro d'alcol a 90° aggiungere 4 grammi di ognuno dei seguenti oli essenziali:
  • neroli
  • rosmarino
  • cedro
  • bergamotto.

Dopo 24-30 ore filtrare e conservare in un recipiente a chiusura ermetica per la facile evaporabilità dell'alcole.

Continua a leggere...

Cura dei capelli: impacco pre-shampoo alla camomilla

Se avete i capelli chiari e non volete rinunciare alla lucentezza naturale, ma neanche appesantire la chioma con balsami troppo "untuosi", che vi costringono a lavare i capelli se non ogni giorno, quasi, vi consiglio questo impacco naturale e semplice da preparare. Se non avete proprio gli oli della ricetta, potete sostituirli anche con dell'olio d'oliva o (non vi meravigliate) olio di girasole (si, proprio quello che avete in cucina!).
Se vi state chiedendo che differenza c'è tra l'infuso di camomilla e calendula e questo impacco, vi rispondo che è molto meglio questo olio ( detto oleolito) perchè dalle piante vengono estratti i principi attivi, tra cui gli oli essenziali che dopo il filtraggio restano nell'olio.
Ingredienti: 
  • 1 cucchiaio di fiori secchi di camomilla
  • 1 cucchiaio di fiori secchi di calendula
  • mezzo bicchiere di olio di mandorle      
  • 1 cucchiaio olio di germe di grano

Far macerare i fiori in olio per 30 giorni, in recipiente chiuso. Filtrare con colino finissimo possibilmente non metallico, e conservare al fresco, in piccoli recipienti.
Usarlo come impacco per almeno 30 minuti prima dello shampoo e poi lavare bene i capelli.
Continua a leggere...

BUON NATALE!

    Auguro a tutti un Natale sereno e allegro.


Che siate da soli o in compagnia, vi suggerisco di ritagliarvi una pausa di silenzio dal frastuono festaiolo che tende a coprire ogni voce che non venga dal di fuori, per far si che il significato del Natale non resti trasparente alla nostra anima.
    Auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!! Continua a leggere...

TISANA CONTRO PLACCA BATTERICA

    Sicuramente avrete già sentito parlare  o visto in TV il Dott. Ciro Vestita Fitoterapeuta, Responsabile Servizio di Fitoterapia ASL Pisa, che è spesso ospite di programmi come Uno Mattina e Linea Verde.
    Ho trovato in rete alcuni suoi consigli per la salute dei denti e delle gengive, così ho deciso di riportarvi la tisana più semplice da preparare.

Ingredienti:
The verde gr 100
Timo gr 50
Lavanda gr 50

Preparazione:

mettere in una tazza di acqua bollente e tenere in infusione per due minuti mezzo cucchiaino del mix di erbe;
berne due tazze al giorno sorbendolo lentamente e facendo passare bene l'infuso fra gli spazi interdentali.
Per assimilare una buona dose di fluoro e combatterei germi della placca.

Riporto un altro semplice rimedio naturale:

RIMEDIO CASALINGO PER LE GENGIVITI
Contro le gengiviti ha un potere immenso la foglia di salvia fresca da applicare come tale sulla
gengiva infiammata; la rugosità della foglia di salvia fresca permette anche di usarla come
"spazzolino"casalingo.
   


Continua a leggere...

Capelli di Laura Pausini

Se come me avete deciso: "anno nuovo taglio nuovo", e state cercando di copiare il taglio di capelli di Laura Pausini, ho trovato una foto in rete in cui potete vedere com'è il taglio avanti.


I capelli sembrano lunghi, ma si impiegherà la metà del tempo per asciugarli!
Secondo voi è facile "gestire" la piega con questo taglio? Continua a leggere...

Le buone abitudini per la postura

Schiena a pezzi, spalle contratte, collo rigido e mal di testa a fine giornata, possono dipendere dalla continua assunzione di una postura errata. Perciò eccovi le situazioni quotidiane più frequenti e i consigli della rivista Starbene prevenire questi fastidiosi disturbi.

Al computer: appoggia i gomiti e gli avambracci sul piano della scrivania, con il monitor diritto
davanti a te e lo schermo più basso rispetto agli occhi. Non accavallare le gambe, perché crei una torsione della colonna vertebrale.

Davanti alla tv: non sdraiarti tutta storta sul divano; abituati a stare seduta con il video di fronte a te e la schiena ben appoggiata: aiutati con un cuscino per sostenere la zona lombare.

Quando guidi: devi sentirti ben appoggiata al sedile fino alle spalle, così anche il collo si rilassa.
Se la parte bassa della schiena rimane inarcata, usa un cuscino per il tratto lombare, di quelli adatti per i sedili dell’auto.

In casa: per sistemare il letto, inginocchiati; tutte le flessioni in avanti con le gambe tese scaricano il peso del busto e della testa (che pesa circa 5 chili) sul tratto lombare. Quando stiri, invece, divarica un po’ le gambe e non irrigidirle. E tieni appoggiati i piedi (prima uno e poi l’altro) su uno sgabellino basso.

Io da quando ho letto l'articolo sto cercando di mettere in pratica questi accorgimenti. E voi li seguite o davanti al pc fate le contorsioni?  Continua a leggere...

ENERGIA PER FRONTEGGIARE IL FREDDO (parte 3)

Viste le proprietà delle noci di cui ho parlato nel post 3 noci al giorno,ecco la terza e ultima ricetta anti-freddo:

TORTA DI BANANE
E MELE


Ingredienti:
• 250 g di banane mature schiacciate
• 250 g di mele tritate finemente
• 50 g di noci tritate
• 100 ml di olio di girasole
• 100 g di uvetta
• 75 g di fiocchi di avena
• 150 g di farina semintegrale* di frumento
• un pizzico di sale

Preparazione:
• Mescolare bene tutti gli ingredienti, in modo
da ottenere un impasto soffice. Ungere una
piccola tortiera (diametro 25 cm) ed infornare
a 190° per 50/60 minuti.

Se provate a fare questa torta, ditemi se vi è piaciuta o se mi consigliate qualche modifica...


*Semintegrale: chicco sottoposto a parziale
rimozione dei tegumenti esterni (dal vocabolario "I CEREALI INTEGRALI ")
Continua a leggere...

PREVENIRE IL MAL DI SCHIENA

Vista l'importanza della schiena come "impalcatura" del nostro corpo ho deciso di inserire questo importante articolo tratto dal sito Saninforma.



Accorgimenti per ridurre o prevenire il mal di schiena

L'adozione di alcuni accorgimenti di ''risparmio'' della schiena anche nelle comuni attività della vita quotidiana, vale a dire i gesti e le posizioni del corpo che assumiamo sul lavoro o nel tempo libero, consente di prevenire o ridurre il rischio di mal di schiena.

Dovendo lavorare a lungo in piedi, alzare, se possibile, il piano di lavoro spostando spesso il peso da un piede all'altro e appoggiando (ad esempio quando si stira) ora un piede ora l'altro su un rialzo.
Per riporre un oggetto in alto utilizzare uno sgabello o una scaletta, non inarcare e forzare la schiena.
Se si deve sollevare un peso far leva sulle gambe, piegando le ginocchia, anziché la schiena.
Per spostare oggetti pesanti, spingere con le gambe e col peso del corpo.
Nei lavori domestici, diversificare l'attività per non sottoporre a lungo la colonna vertebrale allo stesso sforzo (ad esempio, non pulire in una sola volta tutte le finestre di casa).
Anche stando seduti evitare le situazioni stressanti per la colonna vertebrale. Nei momenti di studio o di riposo non tenere la schiena piegata e ingobbita. Una posizione troppo comoda può essere dannosa; sostenere bene la colonna vertebrale perché resti ben dritta; se lo schienale della sedia o della poltrona non lo consente, utilizzare un cuscino per migliorare l'appoggio.
A letto utilizzare una rete rigida e un materasso indeformabile. Evitare i cuscini troppo alti.
Nei lunghi viaggi in macchina la comodità non deve essere disgiunta da una corretta posizione. Questa implica una buona regolazione della distanza dai pedali, dello schienale e del poggiatesta. Appoggiare bene tutta la schiena e il collo, mantenendoli ben diritti.
In caso di bagaglio a mano, piuttosto che una valigia pesante è meglio prepararne due più piccole e più leggere.
La sollecitazione alla schiena causata da una pesante borsa della spesa può essere evitata utilizzando piccoli carrelli portaspesa con le ruote.
Portare calzature comode e tacchi non più alti di 5 cm. I tacchi molto alti costringono la colonna vertebrale a una posizione forzata e possono provocare mal di schiena.
Evitare il peso corporeo eccessivo. Sovrappeso e obesità peggiorano i dolori di schiena e rendono più sedentari. Una alimentazione sana ed equilibrata è sempre il punto di partenza per ottenere i migliori risultati.

Distinguiamo 3 tipi di esercizi:


-Esercizi di rilassamento;



-Esercizi di stiramento;



-Esercizi di potenziamento.  






Esercizi

Ripetere gli esercizi sottoindicati almeno 4-5 volte nell'arco della settimana, per 10 minuti al giorno.



Esercizi di rilassamento

Aiutano a vincere le contratture muscolari.







Ricercare la posizione di massimo rilassamento muscolare: sdraiarsi sulla schiena con le gambe unite e piegate, piedi a terra. Eseguire esercizi di respirazione: espirare a bocca socchiusa fino ad ottenere la contrazione dei muscoli addominali. Inspirare profondamente a bocca chiusa indirizzando l'aria nell'addome.




Esercizi di stiramento
Aiutano ad allungare i muscoli della schiena, delle spalle e dei muscoli posteriori delle gambe.

Stiramento dei muscoli dorso-lombari

Sdraiati in terra con la schiena appoggiata, raggomitolarsi avvicinando la fronte alle ginocchia, espirando.



Stiramento muscoli posteriori delle gambe

Seduti in terra, schiena appoggiata al muro, gambe appoggiate a terra, piedi ad angolo retto: spingere in avanti le gambe cercando la massima estensione.



Stiramento delle spalle

Raggiungere con la mano il collo o la scapola opposta mantenendo il tronco eretto.



Esercizi di potenziamento
Servono per dare più forza ai muscoli per far lavorare meglio la schiena.
Rinforzo muscoli addominali

Sdraiati con la schiena a terra, gambe piegate, piedi a terra: sollevare la testa ed il dorso espirando.




Rinforzo muscoli dorsali

Seduti sui talloni, busto inclinato a 45 gradi. Sollevare gli arti superiori in alto e in fuori con il palmo delle mani rivolto in avanti.





Rinforzo del muscolo quadricipite della coscia

In piedi, schiena ben appoggiata ad un muro: flettere le ginocchia, mantenendo la schiena appoggiata, e ritornare in posizione iniziale.





Continua a leggere...

ENERGIA PER FRONTEGGIARE IL FREDDO (parte 2)

Dopo la prima ricetta anti-freddo FUSILLI DI FARRO ALLE NOCI E PREZZEMOLO, come promesso inserisco la seconda:

MIGLIO SAPORITO
Ingredienti per 4 persone:
• 230 g di miglio
• 350 ml di acqua
• 350 ml di latte
• 1 o 2 peperoni rossi
• 1 cipolla
• 4 cucchiai di Parmigiano
• 4 cucchiai di prezzemolo tritato
• olio extravergine di oliva
• sale


Preparazione:
• Tagliare i peperoni a dadini. Scaldare l’olio
e soffriggere cipolla e peperone per pochi
minuti. Aggiungere il miglio e cuocere per
qualche altro minuto, finché comincia a dorarsi.
• Scaldare l’acqua ed il latte e versare poi la
miscela nella pentola del miglio. Portare ad
ebollizione, mescolare, coprire e lasciare
cuocere per 20 minuti circa, finché il miglio
sarà cotto. Mescolare infine con il formaggio
ed il prezzemolo e servire immediatamente.

Continua a leggere...

Bicarbonato e igiene orale

Essendomi finito il collutorio, oggi ho deciso di usarne uno "fai da te" al bicarbonato, consigliato nel blog di Scriccia (che ringrazio per il consiglio). Per sapere le dosi giuste, ho ritrovato la "ricetta" in un libricino avuto in regalo tempo fa con l'acquisto del bicarbonato.
Tra i 1000 usi ai quali il bicarbonato è destinato, ho scoperto che è anche un ottimo sbiancante per i denti, in quanto gode di proprietà di abrasivo delicato oltre che di neutralizzatore degli acidi che provocano la carie.
L'unica accortezza è di usarlo sporadicamente e in dosi non eccessive.

Per sbiancare i denti, inumidite con acqua lo spazzolino, cospargetelo con un pò di bicarbonato e strofinate come se fosse un normale dentifricio.
E' efficace anche per eliminare macchie causate dal fumo e dal caffè.

Esiste un sistema professionale per sbiancare i denti in modo delicato e senza intaccarne lo smalto, usato dai dentisti, detto ablazione al bicarbonato soft, che può essere fatto una volta all'anno o 2 per i fumatori.

Continua a leggere...

ENERGIA PER FRONTEGGIARE IL FREDDO (parte 1)

(ricetta di di Edith Carrer, pubblicata sulla rivista Valore alimentare)

Viste le proprietà delle noci di cui ho parlato nel post 3 noci al giorno, ho pensato di condividere questa ricetta che tra l'altro è definita anti-freddo, insieme ad altre 2 ricette che vi proporrò nei prossimi giorni (tra cui anche un dolce di noci).

FUSILLI DI FARRO
ALLE NOCI
E PREZZEMOLO

Ingredienti per 4 persone:
• 20 g di fusilli
• 100 g di noci sgusciate
• 200 ml di latte
• 50 g di mollica di pane
• 2 mazzetti di prezzemolo
• 1 spicchio di aglio
• olio extravergine di oliva
• sale


Preparazione:
• Mettere a bagno la mollica di pane nel latte.
• Sbollentare per un attimo le noci e togliere
la pellicina esterna. Mettere quindi nel frullatore
il prezzemolo, le noci, la mollica, il latte ed
il sale. Si ottiene così una salsa cremosa.
• Rosolare l’aglio in qualche cucchiaio d’olio
e condire poi la pasta (senza scolarla troppo)
con l’olio aromatico e la salsa di noci,
mescolando bene.

Continua a leggere...

Temi di Natale gratis

Se avete comprato e decorato l'abete, posizionato candele e agrifoglio per tutta la casa, preparato un enorme presepe, pulito il caminetto e appeso un Babbo Natale gonfiabile al balcone, non vi resta che "addobbare" il vostro cellulare.

State cercando un tema ben fatto per decorare il vostro cellulare in occasione del Natale? Ho trovato un sito con temi e suonerie, uno più bello dell'altro, tutti gratuiti.


E' Mobile9 un sito che non richiede registrazione obbligatoria e contiene un sacco di altri contenuti gratuiti.

Per scaricare il tema da "Category" ricordatevi di scegliere il vostro modello di cellulare e poi
salvatelo sul pc. In seguito basta inviare il tema sul telefonino tramite cavo o Bluetooth e il gioco è fatto. Se avete problemi con questi passaggi,non esitate a chiedermi spiegazioni. Ciao!
Continua a leggere...

3 noci al giorno...



(da http://www.corriere.it/salute/nutrizione
Secondo uno studio spagnolo pubblicato sull'Archives of Internal Medicine journal, le noci migliorano considerevolmente lo stato generale di salute nei casi di sindrome metabolica (consistente in obesità, colesterolo alto ed elevata pressione sanguigna). In sostanza il frutto pulisce le arterie e, se consumato con morigeratezza e abbinato a una dieta mediterranea, può essere un vero e proprio toccasana per tutti i candidati a serie patologie cardiovascolari.

LO STUDIO – I ricercatori hanno osservato nel tempo lo stato di salute di 1.200 volontari con sindrome metabolica divisi in tre gruppi: al primo è stato suggerito un regime alimentare genericamente privo di grassi eccessivi, al secondo è stata raccomandata un'alimentazione mediterranea ricca di olio d'oliva (noto per essere un protettore delle arterie) e al terzo gruppo è stata consigliata una dieta mediterranea integrata con 30 grammi di noci al giorno. Dopo un anno i volontari sono stati convocati per osservare eventuali progressi. I ricercatori spagnoli hanno evidenziato nel primo gruppo un miglioramento nel 2 per cento dei casi, nel secondo gruppo nel 6,7 per cento dei casi e nel terzo gruppo nel 13,7 per cento dei casi. E se in generale nessuno dei partecipanti ha perso peso, nei «mangiatori di noci» è stata riscontrata anche una diminuzione del giro vita.

UN PUGNO DI NOCI AL GIORNO – Del resto le proprietà di questo seme oleoso sono note da tempo, tanto da rischiare di rubare alla mela la fama di essere una sorta di frutto-medicina. Dopo il cenone di Natale, e in generale dopo le grandi abbuffate, gli esperti hanno sempre consigliato una dose ragionevole di noci, miracolose, pare, nel combattere i danni causati dallo stato infiammatorio e dalle reazioni ossidative conseguenti al circolo dei grassi. Queste reazioni causano elevati rischi cardiocircolatori ai quali una manciata di noci giornaliera può provvedere, preservando elasticità e flessibilità alle arterie, grazie all'amminoacido arginino (che stimola a sua volta l'ossido nitrico, indispensabile all'elasticità dei vasi). Infine le noci contengono i grassi omega-3, celebri per essere d'aiuto all'organismo. Il dr. Jordi Salas-Salvado, che ha guidato lo studio, si raccomanda ovviamente di non esagerare con questo tipo di frutta secca e di non fare vere e proprie scorpacciate con la scusa di pulirsi le arterie. In medicina la prima regola è sempre e comunque una sana moderazione.


Continua a leggere...

Post sotto l’albero 2008

 Il Natale ai tempi del blog, questo è il sottotitolo di questa raccolta di post natalizi che ho trovato. L'introduzione dice:

"quella che hai in mano è una raccolta di regali di Natale. C’è gente che si è
messa davanti al computer, ed ha scritto qualcosa per te. A volte l’ha fatto ex novo, in altri casi
ha tirato fuori dall’hard disk una ventina di righe alle quali teneva parecchio.
Non ti aspettare chissà cosa. I blogger, spesso, scrivono bene, certo; ma questo non è importante.
In fondo, i lavoretti che i bambini fanno all’asilo valgono meno delle opere di Michelangelo?
Dipende dai punti di vista. In questo caso, ricordati che è Natale, che tutto questo è gratuito,
viene solo dal desiderio di regalare una cosa propria ad amici ma anche a sconosciuti che, forse,
un giorno in amici si potrebbero trasformare. Come si dice, quello che conta è il pensiero.
Fai finta di crederci, dai."
Se avete voglia di leggere qualche racconto, cliccate qui,  e dalla pagina  "Post sotto l'albero 2008"se volete scaricare il .pdf.

Continua a leggere...

Tutti pazzi per amore

dal sito http://www.tuttipazziperamore.rai.it/R2_HPprogramma/0,,1067194,00.html

Vi segnalo una bella fiction che va in onda ogni domenica alle 21.30 su Rai Uno.

Tutti pazzi per amore è una commedia sentimental-familiare. Una lunga, tormentata, esilarante storia d'amore che vede al centro della vicenda un uomo e una donna, alla soglia dei quarant'anni: Laura e Paolo, i nostri due protagonisti.

Paolo Giorgi, vedovo con una figlia a carico di sedici anni: Cristina, va a vivere nell'appartamento adiacente a quello di Laura Del Fiore, separata e con due figli: Emanuele sedici anni e Nina di sette. Laura e Paolo, come vicini di casa, pur non incontrandosi mai, si detestano cordialmente; il volume della musica troppo alta, l'antenna parabolica su uno dei terrazzini confinanti, sono queste le futili ragioni per le quali litigano scambiandosi bigliettini e minacce tramite persiana.
I due però per un caso si incontrano fuori, prima in una videoteca, poi in un supermercato e il loro è davvero un colpo di fulmine, tant'è che fanno di tutto per riuscire a conoscersi e ad ottenere un primo appuntamento. Quindi, non sapendo di essere i tanto
detestati vicini di casa, passano la loro prima serata al termine della quale, dopo un bacio romanticissimo sotto casa, scoprono la terribile notizia. Paolo è il vicino ignorante e troglodita, quello della musica a tutto volume a tutte le ore del giorno e della notte; Laura è la vicina saputella e puntuta, la stessa che gli ha intimato di togliere l'antenna parabolica dal suo terrazzino spedendogli il regolamento condominiale! E questo è solo il primo ostacolo che Paolo e Laura dovranno superare per poter vivere il loro amore, che comunque si dimostrerà molto più forte delle liti tra vicini e regolamenti condominiali.

Se avete perso la prima puntata, potete rivederla cliccando sul seguente link:

http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,Fiction^25^160803,00.html 
Continua a leggere...

Meglio un uovo oggi o una meringa domani?

(da http://blog.leiweb.it/bellezza/)

L’albume è un tensore naturale grazie all’alto contenuto di albumina, sostanza spesso usata nei laboratori di cosmetici. Invece di usare “il bianco dell’uovo” per preparare le meringhe (che ti faranno sia gioire per la loro bontà, sia ingrassare - con conseguente crisi per i cuscinetti di troppo, disperata ricerca di una dieta e ore spese a correre sul tapis roulant - ), usa l’albume per farti una maschera effetto lifting.

Prendi una dose generosa di crema idratante, unisci e mescola l’albume di un uovo, applica il composto sul viso come faresti con una qualsiasi maschera di bellezza e lascialo in posa qualche minuto. Risciacqua il viso, asciugalo tamponando la pelle con la salvietta ed eccoti con una carnagione super levigata!

Locataire

Continua a leggere...

Rimedi naturali per capelli lucidi

 (da http://www.bellezza.it)

Birra: Lava i tuoi capelli con un composto formato da 1/4 di birra e 3/4 d'acqua e risciacqua abbondantemente.

Lozione al rosmarino: (ideale per capelli scuri senza lucentezza)
- 2 cucchiai di rosmarino
- 1 tazza d'acqua
Prepara un infuso di rosmarino, facendolo bollire a lungo, e usarlo nel risciacquo finale, dopo lo shampoo.

Olio Exravergine: un altro rimedio, molto efficace per donare lucentezza ai capelli, è ungerli con olio extra vergine d'oliva, massaggiarli e lasciare agire l'olio per almeno un paio d'ore. Risciacqua poi i capelli con un normale detergente. Per un trattamento d'urto ti consigliamo di applicare l'olio d'oliva, coprirli con una cuffietta e fare agire tutta la notte.



Se invece vuoi dare luce ai tuoi capelli con dei riflessi naturali, ti consiglio di leggere il post Riflessi sui capelli,  oppure di scaricare il libro sull'hennè, di cui ho parlato qui.






 
 



Continua a leggere...

I cereali:chicchi nudi e vestiti (parte 3)

( articolo di Enrico Zagnoli tratto dalla rivista "Valore alimentare")

Da sempre i cereali hanno donato all’uomo energia e forza. Oggi l’industria moderna,
per esigenze di rapidità di lavorazione e consumo, rischia di depauperare per sempre il loro indispensabile valore.
CHICCHI NUDI E VESTITI
L’agricoltura ha avuto inizio quando gli uomini, che vivevano di caccia e raccolta, decisero di non consumare immediatamente una parte delle granaglie raccolte ma di piantarle sulla terra affinché si moltiplicassero. In questo modo si sono diffusi anche i cereali. Durante la sgranatura, in certe specie come riso, orzo, avena, miglio le cariossidi (chicchi) rimangono generalmente chiuse fra gli involucri esterni (le glumette); in altre, come la segale, il grano tenero e duro, le glume e glumette si distaccano maturando al vento. Nel primo caso parliamo di cariossidi vestite, nel secondo di cariossidi nude. Per questo motivo il suono della brezza che attraversa i campi di messi mature è più maestoso nei campi di grano e di segale che in quelli degli altri fratelli cereali. Per ogni cereale l’umanità ha sviluppato una adeguata tecnologia di lavorazione.
Come il grano tenero, così anche il duro e la segale li si raccoglie già pronti al consumo. Per gustarli è già sufficiente levare le impurità frammiste ai chicchi, ventilandoli o scuotendoli al setaccio. Al granoturco basta sbucciare le brattee per mangiare i chicchi di mais. Per l’orzo, il riso, l’avena, il farro, il miglio il consumo umano necessita di ulteriori passaggi e lavorazioni poiché i loro chicchi sono maggiormente protetti.

VOCABOLARIO AD USO DEL CONSUMATORE

Integrale: il chicco intero. Assicura tutti
i nutrienti del cereale, silicio e vitamine
comprese
Decorticato: ha lo stesso significato
di integrale se riferito a cereali vestiti
Sbramato: si dice dei chicchi integrali di riso
e avena, privati delle glume e glumelle
Mondo: orzo integrale
Semintegrale: chicco sottoposto a parziale
rimozione dei tegumenti esterni
Crusca: tegumenti esterni del chicco
Sfarinato: merceologia ottenuta dalla
macinazione e raffinazione dei cereali
Semolato (semola): sfarinato di grano duro
e di cereali diversi dal frumento
Perlato: chicco che ha subito asportazione
totale della crusca e del germe
Fioccato: fiocchi ottenuti per laminatura
su cilindri di semola grossa di mais
(corn-flakes). Estrudendo i chicchi anziché
la semola diventano pop corn
Soffiato: grani espansi per forte compressione
seguita da brutale decompressione (tipo riso
soffiato)
Semilavorato: chicco di riso sottopposto
a sbiancatura meccanica con rimozione
parziale della sola crusca (non del germe)
Brillato: chicco di riso privato della crusca
e del germe, a volte con aggiunta di additivi.
Solitamente la brillatura del riso non avviene
con aggiunta di additivi lucidanti che lo rendono
brillante ma per sfregamento su smeriglio
e spazzolatura
Precotto (parboiled): il chicco di riso viene
scottato con un trattamento al vapore.
La raffinazione a riso bianco è successiva:
così mantiene la niacina, certi sali e riduce
i tempi di cottura.
Continua a leggere...

Videoclip Laura Pausini

Se volete ascoltare il nuovo singolo INVECE NO di Laura Pausini e guardare il backstage del videoclip,
andate su:

http://www.corriere.it/download_streaming/pausini/pausini.shtml

Continua a leggere...

Shampoo agli agrumi per capelli grassi

Ieri ho provato a fare uno degli shampoo consigliati da Francesca Marotta nel libro "COSMESI NATURALE
PRATICA"  (di cui ho parlato in questo post) ed ho avuto ottimi risultati, senza neppure usare il balsamo. Ho usato uno shampoo neppure troppo delicato, che di solito mi "dona" sempre la forfora e...miracolo!!!!!!!! Questa volta non si è formata!
Proprio per questo motivo (ma soprattutto per i risultati), ho deciso di consigliarvi questo shampoo:

Ingredienti per 250 millilitri di shampoo:
❥ 200 millilitri di shampoo delicato
❥ 50 millilitri (3 cucchiai abbondanti) di olio extravergine di oliva
❥ 6 gocce ciascuno dei seguenti oli essenziali: limone, arancio, bergamotto, salvia.

Nota: L’olio essenziale di bergamotto può essere sostituito da altrettanto

olio essenziale di limone.

Versate lo shampoo in un flacone pulito o una bottiglietta di vetro
scuro, aggiungete l’olio e gli oli essenziali, tappate e agitate
energicamente. Si conserva a temperatura ambiente per 3-4 mesi.

Delicato ma efficace, i suoi effetti appaiono sempre più evidenti lavaggio
dopo lavaggio. Un consiglio per combattere i capelli grassi: cercate
di lavarli il meno possibile, e alternate l’uso di uno shampoo a
base di tensioattivi con uno a base di ingredienti naturali.



Continua a leggere...

I CEREALI INTEGRALI (parte 2)

IL VALORE SALUTISTICO DEI CEREALI
INTEGRALI
( articolo di Matteo Giannattasio tratto dalla rivista "
Valore alimentare")
 
...continua da i cereali integrali (parte1)
La crusca e il germe contengono, oltre a preziose vitamine e minerali, numerose sostanze benefiche che combattono la stipsi,
riducono il rischio di obesità e prevengono l’insorgenza di malattie degenerative, come le cardiopatie coronariche, il diabete alimentare e alcune forme di cancro. La crusca è anche fonte di silicio, un elemento essenziale per l’attività dei sensi e lo sviluppo dello scheletro.
Purtroppo, i processi di raffinazione cui sono sottoposti i cereali portano all’eliminazione di tutti questi componenti. Non pensate però di rimediare ricorrendo ad integratori a base di crusca, germi di grano e vitamine o ad alimenti a base di cereali fortificati.
Soltanto i cereali integrali, così come ce li elargisce la natura, e le farine che se ne ricavano, apportano le sostanze salutari in forma attiva e assortite in maniera equilibrata.
Iniziando un’alimentazione integrale si possono avvertire disturbi, quali meteorismo e pesantezza, che si evitano masticando molto e assumendo piccole porzioni.

Continua a leggere...

Laura Pausini ancora al top

(ANSA) - ROMA, 1 DIC - Laura Pausini guida anche questa settimana la classifica Fimi-Nielsen degli album piu' venduti. Seconda, con Gaetana, ancora Giusy Ferreri, il cui singolo Novembre e' anche il piu' scaricato. Tre new entry: Guns'n'Roses con Chinese Democracy, terzi, Negramaro (San Siro Live 2008), quinti, e Giorgia, che con la raccolta Spirito Libero va subito al 6/o posto. Il dvd piu' venduto e' Lost Live@Mtv.it, tra le compilation ancora High School Musical 3.
Continua a leggere...

I CEREALI INTEGRALI (parte1)

LE QUALITÀ NUTRITIVE
( articolo di Matteo Giannattasio tratto dalla rivista "Valore alimentere")


I cereali nutrono l’uomo in ogni angolo del mondo mettendo
a sua disposizione, sotto forma di amido, gran parte dei carboidrati
di cui necessita per agire e pensare. L’amido è presente anche in altri
alimenti, come la patata, la manioca, i legumi, la castagna, i falsi
cereali, ma quello dei cereali rappresenta la forma più pura
e disponibile.
Le proteine contenute nello strato aleuronico attaccato alla crusca
e nel germe sono di elevato valore biologico, ma sfortunatamente
vengono eliminate dai processi di raffinazione. Quelle di riserva,
invece, che sono associate all’amido (rappresentano mediamente
il 10-15% del contenuto della farina), hanno un minore valore
biologico perché si digeriscono con difficoltà e sono carenti di lisina,
un amminoacido essenziale.
Continua a leggere...

Oli essenziali e piante medicinali

Se come me siete interessate all'uso delle piante medicinali o aromatiche, in particolare all'uso dell'olio essenziale che se ne ricava e dalle indicazioni e contoindicazioni che derivano dalla loro assunzione, vi consiglio di visitare il sito Info erbe, in cui c'è un elenco delle piante medicinali più importanti.

L'autore dei testi è Marco Valussi , fitoterapeuta, laureato presso l'università del Middlesex, Londra, con formazione in scienze forestali (Padova).

Continua a leggere...

Abbigliamento e salute della pelle

(dal blog della dermatologa Riccarda Serri: http://serri.style.it/114/la-cute-dinverno-si-ribella-la-colpa-non-e-sempre-dei-cosmetici )

La cute d’inverno si «ribella»? La colpa non è sempre dei cosmetici

Come devo curare la pelle del corpo che d’inverno, quando sono costretta a coprirmi, è più secca, prude e si irrita? D’estate non mi succede mai!

Questa è la risposta che la dermatologa da ad una lettrice del settimanale Vanity Fair: 

"In effetti la pelle soffre la costrizione degli indumenti che le stanno a contatto molte ore consecutive. Ma a creare pruriti e fastidi non è tanto la copertura, quanto il tipo di copertura. Infatti, se lei usasse solo cotone non trattato, seta pura, lino, o fibre «ecologicamente» ripulite (prive di chimici, coloranti, fissanti) non avrebbe alcun problema. Purtroppo, tutte le volte che insorge un disagio cutaneo, la colpa viene data ai cosmetici. Facciamo invece più attenzione a vestiti, calze, accessori. Anche i residui di detersivo (frequentissimi con l’utilizzo delle moderne lavatrici che consumano meno acqua) provocano irritazioni croniche. La mia strategia? Applicare dell’olio vegetale prima di fare la doccia, usare detergenti delicati e ricorrere a una buona crema corpo almeno una volta al giorno. E poi, scegliere bene il guardaroba!  "
 



Continua a leggere...

Proprietà delle castagne

(tratto da http://www.enotime.it/zoom/default_body.aspx?ID=2407)

Da sempre alimento dei poveri, le castagne sono ben digeribili, di alto valore nutritivo e calorico.

Alimento tipicamente biologico, dato che non si richiedono fitofarmaci nelle sue fasi di produzione e raccolta, è utile a molte funzioni dell’organismo.

La ricchezza di glucidi le rende energetiche ed efficaci nelle astenie fisiche ed intellettuali di chi pratica sport o è soggetto a stress (anche per la presenza di magnesio e manganese). Sconsigliate, invece, sono ai diabetici, per la grande presenza di zuccheri (saccarosio, in particolare).
Per la presenza di carboidrati, la farina di castagne è utile a chi presenta intolleranza ai cereali.

La fibra svolge azione favorevole sulla motilità intestinale e sulla microflora, accelerando il transito di sostanze nell’intestino. Persino i ricci, da tutti buttati, hanno proprietà antireumatiche.
Da eliminare, invece, è la pellicina che può creare problemi di stitichezza ed irrita l’intestino. 

Sconsigliato, allo stesso modo, è il mangiarle assieme a proteine (anche se le ricette classiche, proprio così le impiegano), pane, zucchero e vino, per l’insorgenza di fenomeni fermentativi.

Quei pochi che amano consumare crude le castagne, saranno lieti di sapere che in questa forma sviluppa anticorpi, tonifica i muscoli, i nervi e le vene. In infuso, le foglie del castagno sono ottime come sedativo della tosse.

Da oggi in poi credo che mangerò almeno una castagna cruda al giorno, anche perchè è ricca di vitamina C, il che in questo periodo non guasta!


Continua a leggere...

Flock il browser per chi ama i blog


Oggi ho provato un nuovo  e praticissimo browser,  Flock, utilissimo soprattutto a chi ha un blog,
scaricabile da http://www.flock.com/versions

Come dice Wikipedia, basato su Mozilla Firefox,
nonché il nome della compagnia che lo sviluppa. I creatori di Flock lo
chiamano "browser sociale" a causa dell'integrazione di servizi
internet come blog, condivisione di dati, aggregatore di news. Dalla versione 1.0.5 è disponibile anche in italiano. Per installarlo bisogna semplicemente scaricare ed eseguire i pacchetti.


Infatti tra le tante opzioni ha un blog editor che permette di scrivere i post  anche quando non si è connessi ad internet. Quindi, invece di scrivere i post su un file di testo, grazie a questa funzione, possiamo scriverli quando non siamo in linea, con la giusta formattazione, inserendo immagini, link, ecc. Dopo aver salvato la bozza, non ci resta che collegarci ad internet e scegliere File Pubblica nel blog.

P.S.: questo post l'ho scritto proprio col blog editor.

Continua a leggere...

Scrub mask viso al miele

Provando la ricetta che ho scritto ieri (Aloe scrub corpo), ho avuto un’idea: fare un esfoliante più delicato per il viso e le labbra.
Siccome tempo fa ho letto sul Forum di Lola che il miele è ottimo come maschera viso, e da tempo lo uso con ottimi risultati, ho pensato di dare a questa maschera anche proprietà esfolianti.
Ho pensato subito al miele come ingrediente base perché nel libro COSMESI NATURALE PRATICA di Francesca Marotta (di cui ho parlato in un altro post ) è definito come antibatterico, idratante, riacidificante, riequilibrante del sebo e della microflora.

La ricetta è semplicissima:

- 1 cucchiaino di miele;

- un pizzico di farina di mais.

Mescolate la farina col miele e applicate il composto sul viso e sulle labbra (al contrario di altre maschere, io la uso anche sul contorno occhi). Lasciate in posa 10 minuti, poi inumidite le mani e massaggiate il viso. Sciacquate con acqua e applicate un velo di crema idratante.
 
Ho messo in pratica quest’idea stamattina e adesso la mia pelle è ancora liscia come seta, senza che io abbia speso un patrimonio! Continua a leggere...

Aloe scrub corpo




Questa ricetta l’ho sentita da una dermatologa in tv (su raiuno). E’ consigliata soprattutto prima del trattamento contro le smagliature, per rimuovere le cellule morte e preparare la pelle ai prodotti specifici ma, secondo il mio modesto parere, va bene in qualsiasi caso (non più di una volta a settimana).

- 1 tazza di gel d’aloe;
- 2 cucchiaini di farina di mais;
- 2 cucchiaini di olio di jojoba;
- 2 cucchiaini di miele;
- 2 cucchiaini di olio di semi.

Una versione più economica consiste nell’abbondare con l’olio e nel diminuire l’aloe.
Inoltre nei punti del corpo in cui la pelle è più spessa, si può mettere un po’ più di farina di mais. Continua a leggere...

Riciclaggio



Link al post di Scriccia




Vorrei dare un consiglio sui sacchetti dei biscotti composti da poliaccoppiati (quelli composti da plastica esternamente ed alluminio internamente, per intenderci).
Visto che sono difficili e costosi da riciclare, prima di buttarli via, soprattutto in estate,io li uso per mantenere al fresco i prodotti che acquisto al supermercato, in modo da creare una sorta di isolante (se occorre porto con me anche la tavoletta del ghiaccio sintetico) per cercare di mantenere costante la temperatura dell'alimento. Continua a leggere...

Energia



Se volete sapere come i gesti di tutti i giorni incidono sull'emissione di CO2 leggete i consigli dati dal seguente sito:

http://servizi.enel.it/ecodieta/

e, cliccando su "cosa puoi fare tu" potrete scoprire non solo in media quanta CO2 producete nel vostro piccolo, ma anche i consigli per ridurne l'emissione.

Potrete esplorare una casa virtuale con gli elettrodomestici che si usano quotidianamente e sapere all'incirca quanta CO2  producono.

Continua a leggere...

Penna usb

Visto il continuo diffondersi di penne usb bisognerebbe correre ai ripari per non trasferire virus da un computer all'altro. Perciò vi consiglio un antivirus leggerissimo, talmente tanto da essere contenuto in una penna usb:Clamwin Portable

Il programma non necessita d'installazione e può quindi essere agilmente inserito, ad esempio, all'interno di una chiavetta USB, per poter essere utilizzato in qualsiasi momento, su qualunque sistema.

Ecco il link dal qualesi può scaricare:

http://portableapps.com/apps/utilities/clamwin_portable

Continua a leggere...

Operatore telefonico


Dato che non si può conoscere l'operatore usato da un numero telefonico in base al suo prefisso, ho pensato potesse esservi utile un modo che ho scoperto di recente, per sapere l'operatore telefonico in base al numero di cellulare. 
Dal vostro telefono mobile, digitate 456 seguito dal numero da chiamare e premete il tasto "invia"; un risponditore automatico vi dirà se il numero appartiene a Wind, Vodafone o ad altro operatore.

Continua a leggere...

COSMESI NATURALE PRATICA

Ho appena trovato in rete un bellissimo libro libero (scaricabile gratuitamente dal link http://www.stampalternativa.it/liberacultura/books/cosmesi.pdf ), di Francesca Marotta “COSMESI NATURALE PRATICA,
Come fare in casa prodotti di bellezza con ingredienti facili, sani, efficaci e gustosi”.

Come dice l’Autrice nell’introduzione:
“Questo libro permette a tutti noi di curare il corpo e la bellezza
in maniera naturale, ecologica e anche risparmiando
un bel po’ di soldini”.

Se ancora non vi ho incuriosito, eccovi 2 ricette d’esempio, una di cosmesi, l’altra di cucina:

Scrub allo zucchero e limone
(da COSMESI NATURALE PRATICA di Francesca Marotta)

Ingredienti per circa 100 millilitri di scrub:
❥ 4 cucchiai di zucchero bianco semolato ❥ 2 cucchiai di olio di
girasole spremuto a freddo ❥ la scorza grattugiata di 2 limoni (solo
la parte gialla).
Mescolate insieme tutti gli ingredienti e conservate in un barattolo
chiuso, mettendo nel barattolo anche un cucchiaino o una spatolina
che vi servirà a prelevare il prodotto. Si conserva a temperatura
ambiente per 3 o 4 mesi.

Come si usa
Bagnate le mani, prendete un cucchiaino circa di scrub e massaggiate
le mani per almeno un minuto, quindi sciacquate con acqua
tiepida e asciugate le mani con una salvietta pulita, rimovendo l’eventuale
eccesso di olio. Si usa allo stesso modo anche per trattare
gomiti, ginocchia e talloni, e tutte le parti del corpo dove la pelle
è spessa e ruvida.
Lascia la pelle perfettamente morbida e idratata, con un effetto levigante
immediato. È la cura-lampo ideale per le mani secche e screpolate.
È perfetto anche per eliminare dalle mani l’odore di cipolla,
aglio, pesce e così via.

Praline con nocciole, mandorle e germe di grano
(da COSMESI NATURALE PRATICA di Francesca Marotta)

Ingredienti per una trentina di praline:
❥ 100 grammi di germe di grano fresco (non tostato) ❥ 100 grammi
di mandorle sgusciate non pelate ❥ 100 grammi di nocciole
sgusciate leggermente tostate ❥ 3 o 4 cucchiai di miele di acacia ❥
2 cucchiai di cacao amaro.
Polverizzate nel macinacaffè elettrico le mandorle e il germe di
grano. Aggiungete il miele poco per volta, mescolando energicamente
fino a formare un impasto sodo e malleabile (tipo pasta di
mandorle). Formate delle palline grandi quanto un cioccolatino e
rotolatele nel cacao. Servite le praline nei pirottini di carta pieghettata.
Si possono conservare in frigorifero, in un contenitore
ermetico, per 2 o 3 settimane.
Sono buone quanto un cioccolatino, ma contengono una quantità elevatissima
di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti, tanto da
poter essere considerate un vero e proprio integratore alimentare. Tre
o quattro praline al giorno aiutano a mantenere la pelle idratata e
combattere le rughe. Sono comode da portare fuori casa come snack
nutriente e digeribile, ma vanno benissimo anche per concludere un
pranzo elegante.




Continua a leggere...

Antivirus gratis

Se come me avete paura che il vostro computer sia colpito da virus, vi consiglio una soluzione per fare gratis la scansione antivirus ogni volta lo desideriate e senza essere in linea.
Si chiama Norton Security Scan ed è incluso in
Google Pack. L’ho scoperto sul sito http://www.symantec.com in cui si dice:

” Norton Security Scan è uno strumento facile da usare che effettua la scansione del PC allo scopo di rilevare virus e spyware. Inoltre, la versione del software contenuta in Google Pack rimuove tutti i virus, Trojan e worm presenti nel PC dell’utente e fornisce utili consigli per migliorarne ulteriormente la sicurezza.
Con un semplice clic, l’utente può scaricare Norton Security Scan e scegliere se effettuare o una scansione completa del sistema o una scansione veloce, QuickScan, di alcune parti del computer più soggette all’attacco dei virus. Norton Security Scan riceve automaticamente aggiornamenti periodici ed è pertanto in grado di rilevare anche virus e spyware più recenti.”


Se siete interessate a scaricare questo programma gratuito che offre aggiornamenti illimitati, cliccate sul seguente link: 

http://pack.google.com/

e sceglietelo dall'elenco di programmi.



Continua a leggere...

Laura Pausini in piazza di Spagna e speciale "Che Tempo che Fa"

Ecco il video della sorpresa fatta dalla Pausini ai suoi fans:

Questa sera dalle 20:10 su Raitre andrà in onda una puntata speciale di "Che Tempo che Fa",  che avrà come unica ospite la cantante Laura Pausini.

Continua a leggere...

Notiziario Weleda


A chi preferisce la cosmesi naturale, oggi consiglio il sito Weleda , una linea di prodotti che personalmente compro in farmacia, e con i quali mi trovo proprio bene.

Inoltre la cosa più bella è il Notiziario Weleda una vera e propria rivista che è possibile scaricare ma anche ricevere a casa.

Continua a leggere...

Sapone all'olio d'oliva


In questi giorni ho scovato un ottimo sapone all'olio d'oliva, adatto persino a lavare il viso.
E' la
saponetta da 100 g D’OLIVA DI FRESH&CLEAN che ho pagato 1 euro (visto quanto è buona lo trovo equo come prezzo).
Oltre ad essere morbido, ha un buon odore.
E' una saponetta sagomata verde, il cui colore è dato unicamente dalla clorofilla contenuta nell’oliva. E’ molto solubile e produce una moderata e delicata schiuma.
La saponetta è avvolta in foglio protettivo e confezionata in un astuccio.
Unica accortezza è quella di lasciarlo asciugare bene dopo l'uso perchè è molto morbido e rischia di consumarsi molto rapidamente.
Per chi fosse interessato riporto l'inci:
  • Sodium Olivate
  • Aqua
  • Glycerin
  • Parfum
Continua a leggere...

Julia - La strada per la felicità


AVVISO a tutte le fans:
da lunedì 17 novembre ricomincerà dalla prima puntata Julia - La strada per la felicità.
Andrà in onda tutti i giorni alle ore 17.20 su rai 2.
Buona visione!
Continua a leggere...

Incidente per Mara Venier e Daniele Bressan. Grande abbraccio all'Isola dei famosi




Solo tanta paura, ma nessuna conseguenza fisica per Mara Venier e Daniele Bressan, uno dei protagonisti de "L'isola dei famosi". I due, all'usicta di una discoteca, si sono scontrati nei pressi di Martellago, provincia di Venezia, con un'autovettura condotta da una giovane, rimasta leggermente ferita.


Sul posto per gli accertamenti sono intervenuti i carabinieri di Scorze. "La ragazza non ha rispettato la precedenza e ci è piombata addosso" ha raccontato Mara Venier "Spero le ritirino la patente".

"Sono viva per miracolo - ha detto Mara Venier - È stato un grande spavento: una macchina è spuntata all’improvviso e ci ha centrato frontalmente. Mi hanno salvato l’airbag e la cintura di sicurezza che avevo appena allacciato. Andavo da Padova a Mestre, a casa di mia mamma, con Daniele (Bressan) dell’Isola dei Famosi, per fortuna, anche per lui, niente di grave. Sicuramente domani, quando torno a Roma, andrò ad accendere un cero in chiesa. Siamo stati miracolati!” Continua a leggere...

Ti ricordi di me? - Sophie Kinsella


Quando Lexi si sveglia in un letto di ospedale, non ricorda proprio cosa le sia successo. È convinta di avere 25 anni, di essere povera in canna, con una vita sentimentale disastrosa, i denti storti e le unghie mangiate... E invece eccola fresca di parrucchiere, con una bocca perfetta, mani curatissime, un lavoro da super manager e... un sacco di soldi! Sì, perché oltretutto è sposata a un bellissimo miliardario.
Ma come è possibile? Il fatto è che lei in realtà ora ha 28 anni, ma non ricorda nulla del suo passato recente, marito compreso, e non riesce proprio a riconoscersi. Ma almeno ha la vita perfetta, e questo sembra un buon inizio...o no?
Continua a leggere...

Per la pressione alta un grappolo d’uva

Verde, rossa o nera, non fa alcuna differenza. Oltre che gustosa e ricca di omega 3, l`uva sarebbe anche in grado mantenere bassa la pressione arteriosa, rivelandosi un`importante alleata nella prevenzione dell`ipertensione e delle malattie cardiovascolari.

È quanto sostengono i ricercatori dell`Università del Michigan, che hanno studiato gli effetti di un consumo regolare di uva.
Gli scienziati hanno sperimentato in laboratorio gli effetti sui topi di una dieta a base di estratti d`uva rispetto a topi ai quali era vietata la frutta e l`ipertensione veniva controllata con farmaci specifici. Le condizioni di partenza dei due gruppi non erano diverse e somigliavano, purtroppo, anche quelle di molti essere umani: una dieta prolungata con un uso eccessivo di sale, tale da mettere a dura prova le arterie e far schizzare in alto la pressione arteriosa. Dopo diciotto settimane di dolce trattamento i topi che si erano nutriti abbondanemente d`uva mostravano una pressione sanguigna più bassa, migliori funzionalità cardiache, infiammazioni più ridotte e minori segni di danni al muscolo cardiaco rispetto ai topi che invece non avevano assunto l`uva.
Lo studio, pubblicato sul Journal of gerontology: biologocal science, ha rilevato inoltre come i topi ai quali erano stati somministrati farmaci per il controllo della pressione sanguigna avessero – nonostante la dieta contenente grandi quantità di sale – una pressione sanguigna più bassa. Ma il loro cuore non era stato protetto dai danni provocati dal sale, come invece era avvenuto nei topi che avevano mangiato la polvere d`uva.

Secondo Steven Bolling, della Università del Michigan, i responsabili dell`abbassamento della pressione sanguigna sarebbero i flavonoidi presenti nell`uva, già noti per il loro effetto benefico sul cuore. “Questa ricerca – spiega Mitchell Seymour, che ha guidato gli esperimenti – supporta la nostra teoria secondo la quale i nutrienti dei grappoli d`uva hanno un impatto diretto sui rischi cardiovascolari, oltre che sulla diminuzione della pressione arteriosa che sappiamo essere normale se si pratica una dieta ricca di frutta e verdura”. La polvere di acini d`uva somministrata ai ratti rappresentava circa il 3% della loro dieta. Negli umani, consigliano gli esperti, il fabbisogno giornaliero d`uva per mantenere bassa la pressione sanguigna dovrebbe essere di nove porzioni al giorno. E se ogni porzione secondo gli esperti dovrebbe comprendere almeno quindici acini, il conto è presto fatto: bisognerebbe mangiarne almeno 135 acini d`uva al giorno. Un po` troppi, assicurano i dietologi: il metabolismo non va mai affaticato con un solo alimento.
La moderazione, ricordano, è sempre la scelta migliore: anche a tavola.
Continua a leggere...

Spaghetti con peperoncini verdi

(dal sito: http://www.gnamgnam.it)




Ingredienti: (per 4 persone)

400g di spagnetti
350g di peperoncini verdi
500g passata di pomodoro
aglio
basilico
olio d’oliva
olio per friggere
sale

Lavare i peperoncini e togliere il gambo. Asciugarli e friggerli in abbondante olio di semi, con uno spicchio d’aglio.
Togliere i peperoncini dal fuoco e metterli in un piatto.

In una padella soffriggere uno spicchio d’aglio, aggiungere la passata di pomodoro. Dopo qualche minuto aggiungere i peperoncini verdi fritti ed il basilico.

Lasciare insaporire per 5-6 minuti.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla un minuto prima che sia cotta ed ultimare la cottura nella padella col sugo.
Servire aggiungendo qualche foglia di basilico.

Un'alternativa leggera a questo piatto è quella di far solo leggermente soffriggere i friarielli in olio e con dell'aglio, per poi aggiungere la salsa e farli cuocere. Continua a leggere...

Pizza al pomodoro come prevenzione dei tumori.


Sono molte le proprietà protettive del licopene contenuto nei pomodori

(dal sito http://www.staibene.it)

Uno dei piatti-simbolo della cucina italiana può ridurre le probabilità di tumore all’apparato digerente. Lo dimostra uno studio pubblicato sull'International Journal of cancer, secondo cui le proprietà anticancro non risiedono tanto nella pizza quanto nel condimento a base di pomodoro.
Le proprietà di questo ortaggio sono state ricordate alla presentazione della campagna alimentare il “Pomodoro della salute”, promossa dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori e dall’Associazione nazionale industriali conserve alimentari vegetali. Secondo studi recenti, se ci si alimenta in modo sano il rischio di cancro del cavo orale e della faringe è inferiore del 34%, del 59% per quello dell'esofago e del 26% per quello del colon. Un altro studio della Harvard medical school ha quantificato una riduzione del 34% del rischio di cancro della prostata per i maschi che mangiano pomodoro due o più volte a settimana. E non finisce qui: l'università di Toronto ha dimostrato che quest'ortaggio previene persino l'osteoporosi e protegge la pelle dai danni dei raggi Uv. Il merito va tutto al licopene, un potente antiossidante contenuto nel pomodoro. Il pomodoro non dovrebbe mai mancare neanche sulla tavola degli anziani, perché è ricco di potassio e aiuta a ritrovare l'equilibrio idrico, soprattutto nei giorni di grande caldo. Continua a leggere...


Recentemente ho scoperto un sito interessante non solo per i contenuti ma anche per la newsletter.

Presenta una sezione di nome "Happening" in cui ci sono
notizie in lingua inglese per chi impara la lingua.

Se vi ho incuriositi cliccate sul seguente link:

http://www.zanichelli.it/happening

Se invece l'italiano è la lingua che volete approfondire o imparare registrate la vostra mail qui: 

http://dizionari.zanichelli.it/index.php?it/22/eventi-e-iniziative-editoriali/21/una-parola-al-giorno-word-of-the-day-le-mot-du-jour

e riceverete periodicamente "Una parola al giorno - Word of the Day - Le Mot du jour"

Una parola tratta dal dizionario Zanichelli, perchè non si finisce mai di imparare una lingua, anche la propria...

Esempio:

La parola di oggi è: scartoffia

scartòffia o (raro) cartòffia
[dal milan. scartoffia ‘cartaccia (nel gioco)’, da carta, con s- e il suff. pegg. -offia; av. 1876]
s. f.
· (scherz. o spreg., spec. al pl.) Incartamento, pratica di ufficio e sim.: oggi pianto le mie scartoffie e vado al mare.



La parola è tratta da:
lo Zingarelli 2009
Vocabolario della lingua italiana
di Nicola Zingarelli
Zanichelli editore


Continua a leggere...

Arancia: la regina dell’inverno

Oggi ho fatto una ricerchina sui possibili usi cosmetici degli agrumi, in particolare delle arance, e ne ho trovate 3 interessanti. Eccole:

ACETO ALLE ARANCE
(ricetta scritta da Lola su

Comprare arance biologiche, togliere la scorza con un pelapatate in modo da avere solo la parte arancione senza quella bianca, mettere il tutto in un vasetto e coprire con aceto di mele. Dopo qualche giorno filtrare ed ecco pronto il nostro aceto da allungare con acqua di fiori d'arancio, come dice la ricetta, oppure acqua semplice perchè mi pare che sia profumatissimo già così. Abbiamo un altro tonico naturale, questo è più adatto per pelli miste o grasse. Io ne preparo volta per volta una dose che mi dura due settimane in modo da non avere problemi di conservazione.


BAGNO ENERGIZZANTE ALLA VITAMINA C
(da http://alloracosausi.splinder.com/tag/corpo)

Riempire la vasca da bagno d'aqua calda. Tagliare a fette un'arancia (oppure un pompelmo, un paio di mandarini o un paio di limoni) e lasciarle galleggiare nell'acqua.
Immergersi nella vasca e stofinare la polpa e la buccia dell'arancia sul viso e sul corpo insistendo particolarmente su talloni, gomiti e ginocchia.
Spremere il succo e massaggiare il viso e i capelli.
Sciacquare con acqua tiepida.
Se si preferisce la doccia tagliare a metà l'arancia e usarla come se fosse una spugna spremendo la polpa e strofinando la buccia (anche la parte interna) sulla pelle e sui capelli.

L'olio essenziale contenuto nella buccia degli agrumi viene sprigionato per mezzo del contatto con l'acqua calda e lo strofinamento sulla pelle. Il suo profumo ha proprietà rilassanti e rivitalizzanti.
Il succo del frutto ha un'azione tonificante sulla pelle e sul cuoio capelluto e contribuisce a rendere più luminosi i capelli.


MASCHERA VISO

La regina dell’inverno è perfetta per preparare una maschera levigante per il viso, nutriente e antirughe. Occorre mescolare il succo di un’arancia dolce con 2 cucchiai di yogurt naturale e un cucchiaino di olio d’oliva; poi massaggiare il composto sul viso con delicati movimenti circolari; quindi lasciare agire per cinque minuti e risciacquare. Vedrete che risultato!


Continua a leggere...

Preparazioni del giorno dei morti

Non esiste regione italiana che non abbia nella sua gastronomia tradizionale, un piatto di rito e dalla forte valenza simbolica dedicato al Giorno dei Morti.

Secondo la credenza popolare, nella notte tra l’1 e il 2 novembre le anime dei defunti tornano dall’aldilà, ed il viaggio che li separa dal mondo dei vivi, e’ lungo e faticoso, ed e’ per questo che vengono imbandite tavole a cui i propri defunti trovano ristoro, e per renderli benevoli verso i giorni a venire.

Facendo una ricerca sulle preparazioni del giorno dei Morti, ho trovato una ricetta proprio buona che oggi ho provato a fare con buoni risultati, e vi consiglio:

Grano dei morti

Ingredienti

500 gr di grano tenero “bianchetta”, una melagrana matura di buona grandezza,150 gr di noci sgusciate, 150 gr di cioccolato fondente, 100 gr di cedro candito, una bacchetta di cannella tritata, qualche cucchiaio di zucchero, vincotto (sciroppo ottenuto dal mosto bollito)

Preparazione

per un'ora circa bollire il grano, dopo averlo tenuto a bagno in acqua tiepida per due giorni. lasciare raffreddare, aggiungere tutti gli altri ingredienti fatti a pezzetti e, al momento di servire in tavola, condire la quantità desiderata con vincotto a volontà (se versato prima, indurirebbe il composto).


Continua a leggere...
Per stampare questa pagina clicca sull'immagine della stampante qui sopra e se hai Pdf Creator puoi anche salvarla in formato .pdf.
Post correlati
In questo blog ci sono post e commenti

Post recenti

Se ti è piaciuto questo blog, iscriviti al feed per essere sempre aggiornato sui nuovi post.

Foto dei post: se ti interessa un post, inserisci il titolo nella barra di ricerca.

Premi ricevuti grazie a Puccina, Anna e Lella

Post recenti





Banner



Se ti va di inserire il banner che vedi qui sopra sul tuo blog, ti basta inserire il seguente codice html. Non dimenticare di comunicarmelo in un commento, così io potrò ricambiare ;)